You are currently browsing the monthly archive for gennaio 2007.

Un quarto alle dieci e Veleno è seduto
da Mario davanti a una grappa e a un posacicche pieno.
Lo salutano male, forse perché sanno tutto di lui
o, almeno, ne sanno una loro versione. Leggi il seguito di questo post »

Guardare dal mare Tunisi, e sentire la preghiera del mattino dal ponte. Una voce che è una cantilena del mare, arriva fino a qui; mentre l’equipaggio non è ancora rientrato. Tunisi era diversa, era mercato di qualsiasi cosa, uomini e cose, un tempo. Ora una meta per sandali europei. Ma il porto, come ogni porto, è zona franca; dove si cammina rasente ai muri. La guardo dall’alto dei container stivati, per vedere se oltre, lontano, vedo l’antica linea dove i Romani si fermavano; e scrivevano sulle loro mappe “Hic sunt leones”. Ma dietro immagino Africa, come quella pietra d’africa che porto con me, ricordo che voglio scordare. Quante volte si scrive nella nostra mente “hic sunt leones”, per paura nell’avanzare in territori oscuri. E allora ci si ferma, perchè oltre ci sono i leoni, perchè oltre si potrebbe morire……dentro. Ma forse, da qui, nel sole che si alza e incendia il porto e la nebbia penso e vedo; che a volte avrei voluto andare oltre…….e morire anche dentro…….ma vederli, questi “leones”.

Un puntino che si muove mi rivela il ritorno dell’equipaggio, spero abbiano trovato quello che cercavano, senza portarsi dietro una motovedetta della guardia costiera tunisina……. E poi via, per vedere questo Mediterraneo dove ci porta.

tunis.png

… non avere nulla da perdere futuro.jpg

potrebbe essere un vantaggio …

c’è chi passa la vita intera a cercare il momento “magico” … in cui potrà sentirsi, finalmente, libero ! libero di amare, libero di vivere…senza mai raggiungerlo.

“[…]Molta gente si rifiuta di amare proprio per questo: perché ha… tanto futuro e tanto passato in gioco.” (P. Coelho – Veronika decide di morire) Leggi il seguito di questo post »

6:30 GMT

… pallido sole mattutino , ancora basso sull’orizzonte.

Il suono di un organo digitale si diffonde in tutta la nave attraverso l’impianto interfonico.

Leggi il seguito di questo post »

lama.jpgelsa.jpgtsuba.jpg

“Voi siete pazzi !… come pensate di lasciare il porto senza essere fermati !?! non ce la farete mai !”

Leggi il seguito di questo post »

Portare un cargo come questo non è facile, ci sono secche e correnti da valutare; vento e tempeste. Viaggiare sulla linea del tempo, tra un anno e l’altro, è roba da farti invecchiare. Perchè ogni anno che finisce e che inizia porta a fare i conti, con tante cose. Vorrei vedere un giorno, avanzare minacciosa, l’ombra di una nave fantasma…..magari l’Olandese Volante. Sul ponte di comando corre musica jazz, impolverata dal fruscio di un vinile. E le parole dette e poi negate, i pensieri si affollano, in questo nuovo anno lungo la linea retta del tempo.100864.jpg

Egregio Presidente,
le scrivo la presente,
che spero leggerà.
La cartolina qui
mi dice terra terra
di andare a far la guerra
quest’altro lunedì.
Ma io non sono qui,
Egregio Presidente,
per ammazzar la gente
più o meno come me.
Io non ce l’ho con Lei,
sia detto per inciso,
ma sento che ho deciso
e che diserterò.

(Ivano Fossati – Il disertore)

Esistono persone con abilità particolari …

Capacità … Leggi il seguito di questo post »

Succede sulla terraferma…succede sul ponte di una nave … succede… … che un capitano ed un guardiamarina siano sorpresi ad ascoltare le voci dei fantasmi .ancora.gif

Camminando sulle assi consumate di un veliero, immersi nella nebbia … oppure scalando una montagna, lungo un sentiero ghiacciato, all’ombra delle vette più alte. Leggi il seguito di questo post »

C’è un posto che chiamiamo casa. Esiste un luogo dove torniamo quando siamo stanchi … esausti … provati dalle vicissitudini della vita. C’è un posto che chiamiamo porto. Esiste un luogo dove torniamo per caricare, scaricare, fare rifornimento … dove torniamo per poter ripartire. C’è un posto che non è un paese, non è una città, non è un’ abitazione . Esiste un luogo che non ha coordinate geografiche … dove torniamo quando la ragione si prende una pausa e … lascia che cuore ed anima assumano il comando. Leggi il seguito di questo post »

… soltanto ieri guardavo la schiuma sulle onde prossime alla battigia, uno zefiro delicato a lambirmi il volto e … sole caldo ancora lontano dallo zenit, malgrado fosse passato da poco il mezzodì . wind-n-sea-2.JPGInverno sulla costa. La stessa costa su cui mi muovevo esattamente un anno fa. Sono cambiate solo le compagnie. Io ed il mare siamo sempre gli stessi… . Perché ingannarsi?! Il mare è sempre lo stesso,… io non più. Rimangono molti elementi comuni, anche a distanza di un anno. La presenza che allora era concreta, ieri si muoveva in armonia con la brezza, scivolando dolcemente fino ad accarezzare i miei pensieri distratti …

Oggi è vento impetuoso. Leggi il seguito di questo post »

gennaio: 2007
L M M G V S D
« Dic   Feb »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

a



Top Posts

Dove non specificato diversamente, i contenuti presenti in questo sito (testi, canzoni, immagini, brani musicali, video) sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.
web stats