Questa mattina, dopo il risveglio, ero avvolto da una strana inquietudine : sentivo il bisogno impellente di scrivere una pagina del d.d.b… .

nave_burrasca.jpg

… che strana immagine (…il bisogno impellente…) credo che a qualcuno capiterà di immaginare una scena divertente, nella quale balzo giù dal letto, corro dritto in bagno e sbatto la porta… e di aspettarsi di udire, poco dopo, il rumore dello sciacquone …!!
In realtà è stato un pensiero chiaro ed immediato … un’ operazione necessaria e indispensabile, come riparare una falla nello scafo, prima che le pompe di sentina perdano colpi … rischiando di far affondare la nave.
Dando retta a quell’impulso, ho preso carta e penna ed ho iniziato con queste poche righe… soltanto che adesso non so come continuare …
…????…
Mi sento un perfetto idiota …
Metto via il foglio e raggiungo il notebook al piccolo tavolo della cuccetta, lì, dove l’avevo lasciato … lo accendo e mi siedo. Attendo il suono prodotto dall’avvio del sistema operativo, con la fronte appoggiata sugli avambracci, sul bordo del tavolo: ho ancora parecchio sonno, non so che ora sia, dalla finestra affacciata sul ponte di tribordo entra la luce di una mattina avanzata, ma fatico a tenere gli occhi aperti. Il suono arriva. Sollevo il capo e cerco la data portando il cursore sull’orologio della barra delle applicazioni : 8 marzo 2007.

Mmmh… meglio soprassedere, almeno per il tempo della colazione … con un po’ di caffeina in circolo forse rifletterò meglio … se non altro eviterò di addormentarmi e sbavare sulla tastiera, rischiando il corto circuito ! 😉

Annunci