You are currently browsing the monthly archive for dicembre 2007.

Così lo chiamo io, in ogni bettola di mare o di terra c’è sempre. Basta osservare, e appare quel tavolino, con due sole sedie; in una posizione da “poeta” dico io; perchè solo un poeta vi si può sedere. Accanto a una finestra, per vedere fuori scorrere la gente; per contare i lampioni oppure per guardare il mare dalla terraferma; e attenzione perchè il mare visto da li è ben diverso di quello visto da un cargo. Muta…il mare…e ti trascina nel suo mutare fino a non sapere più chi, cosa….perchè. Eccomi a pensare come il più mediocre dei marinai, e il più ipocrita dei poeti. Ma questo ho imparato…..e questo sò.

Una pioggia obliqua tamburella sulla finestra accanto al tavolino, lo guardo da lontano, dal bancone, non oserei mai pioggia5.jpgsedermici, è roba troppo grande per me.

Quando l’esplosione lancia per aria bicchieri e bottiglie sono ancora li ad osservare, e non smetto di certo. Il guardiamarina è puntuale….dote indispensabile per un lavoro come questo. Tutti si precipitano, lascio due monete sul bancone ed esco, alzando il bavero per la pioggia obliqua e calcando il berretto.

Tutti corrono a vedere, a spiegare e non sanno che si tratta…..dell’inizio di una storia. Mi incammino in senso contrario alla fiumana di gente che corre a vedere, ho un appuntamento con una tanguera di acciaio e salsedine, che in un sensuale ballo mi porterà fuori da questo porto, benevola e capricciosa con me e i miei compagni.

Annunci
dicembre: 2007
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

a



Dove non specificato diversamente, i contenuti presenti in questo sito (testi, canzoni, immagini, brani musicali, video) sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.
web stats