yun 

La cosa più complessa da farsi, datemene atto, è iniziare. Iniziare a smettere di fumare, iniziare la fine di un amore, iniziare a studiare, iniziare la giornata ed iniziare a non più lavorare. Per qualcuna di queste avresti voluto procrastinare, magari all’infinito (ci trovi qualcosa di strano in ciò?), ma tant’è. Trovare l’ispirazione quando hai appena realizzato che tutti questi compiti ingrati ti riguardano non è davvero affare semplice, allora mi siedo e scrivo proprio perché non ho nulla da raccontare, ma sapete meglio di me che quando non sai con cosa iniziare c’è veramente troppo da dire.

Alle mie corde vocali per davvero troppo tempo ho regalato inattività ed adesso fingono di non sentire più l’atavico bisogno di vibrare… simulano, così come  i tre uomini in barca fingevano di essersi disinteressati al the, simulano come in televisione la compassione, come negli studi degli avvocati, degli psicanalisti, interesse. Siamo esseri buffi ci arrabattiamo per talmente tante pinzillacchere che è difficile crederci veramente seri… il vero motivo per cui si lavora è la pensione, pensione che forse ha il solo scopo di farci rendere conto di quante cose belle ci siamo persi mentre inseguivamo le cose che si fingevano belle… si fingeva bella la macchina sognata ed agognata, sfogliando l’infinità di riviste specializzate, così pure la casa di 80 metri quadrati per la modica cifra di euro 575′000, bella pure la piscina comoda residenza notturna per rospi e rane, diurna per tafani, vespe e calabroni. Bella la dignità persa per un posto di lavoro o in TV. Bello recitare. Nevvero?

Ed in fondo ha un pizzico di senso tutta la frenesia che accompagna la nostra permanenza sul mondo? Mal contati ci sono appena ventisettemila giorni in una vita media ed allora perché non usciamo per andare a teatro o al cinema? perché non incentiviamo le orchestre ed i giovani artisti? perché non facciamo un salto ad una mostra o ci fermiamo ad ascoltare una pubblica lettura di un qualsiasi romanzo o libro di poesie? perché frequentiamo così poco le piazze per conoscere gente… per parlare con uno sconosciuto in fantastica agilità?

Annunci