You are currently browsing pseudonomas’s articles.

typewriterOre 2 di un embrione di lunedì… che ogni sette giorni nasce, che ogni sette giorni muore. Guardo con pazienza l’interminabilità del lavoro che mi ha costretto dalle prime ore del pomeriggio di ieri al duro lavoro, e che ancora non mi vuol concedere il letto. Mi domando il perché, mi chiedo, con un bel po’ di rabbia perché “con calma” voglia dire “subito” e “di fretta” voglia dire “velocità del pensiero”. E’ curioso, semplice e banale… Leggi il seguito di questo post »

fa-una-lacrimaSorridi, ma non è una candid camera, eccitati, ma non è alcuna pellicola erotica o mano che scivola… è una mano che accarezza ma non accarezza pelle. Finalmente scoprirai che non sei solo, ma non è una canzone di Tiziano Ferro… già. Non confonderti, non adesso… sbircia quella libreria e dimmi

Leggi il seguito di questo post »

aereoScrivere, perché scrivo? Per non far perdere le mie tracce, per non perdere da solo le mie tracce? Bho forse non so. Oggi passo tempo a perdere tempo senza remore e senza vergogna, c’è talmente tanto da fare che non potrei minimamente permettermi il lusso di lasciare nulla alla porta. Il fatto è che la testa si ribella. Non sono arbitro dei miei impegni sono i miei impegni che  sono arbitri della mia vita… Leggi il seguito di questo post »

yun 

La cosa più complessa da farsi, datemene atto, è iniziare. Iniziare a smettere di fumare, iniziare la fine di un amore, iniziare a studiare, iniziare la giornata ed iniziare a non più lavorare. Per qualcuna di queste avresti voluto procrastinare, magari all’infinito (ci trovi qualcosa di strano in ciò?), ma tant’è. Trovare l’ispirazione quando hai appena realizzato che tutti questi compiti ingrati ti riguardano non è davvero affare semplice,  Leggi il seguito di questo post »

Ne è passato tanto di tempo,

Leggi il seguito di questo post »

Guarda il cielo quanto è volubile, guarda il mare come è cangiante, la senti questa cacofonia di traffico (?), osserva lo squallore delle nostre città.

Leggi il seguito di questo post »

Aiutami, e se fa freddo scaldami,

insegnami ad apprezzare

a gustare ogni tuo respiro.

Non nasconderti.

Aiutami, e se fa freddo scaldami.

Leggi il seguito di questo post »

71014_moneyhappiness_vl-vertical.jpgCome terra deserta, arida e senza acqua … Leggi il seguito di questo post »

La sveglia mi costringeva a interrompere il breve tempo di riposo che mi era stato concesso. Come, credo, tutti i lavoratori del mondo il giorno appresso ad un dì di festa, ho allungato la mano e, facendo disastri in miniatura, ho staccato quel ronzio – ordinandogli di ripresentarsi cinque minuti dopo -… bhè il sonno è ritornato facendosi beffa di tutti gli impegni, dei debiti da onorare, della mia situazione di precario cronico.

crosswalk.jpg

Cinque minuti in più in fondo cosa sono? Quando si punta quell’arma di distruzione, in massa, dei neuroni, li prevedi… Leggi il seguito di questo post »

C’è un tempo in cui è giusto, è bello farsi da parte, perchè il tuo tempo è passato, perchè non sei più quello dei tempi migliori, perchè e perchè e perchè… bla bla bla

Leggi il seguito di questo post »

far.jpg

Si finisce sempre col pensare, quando si è soli, alla fine senti solo un brivido correrti lungo la schiena. Pensare… a cosa pensare? Il viaggio più bello dicono sia quello per tornare a casa. A me casa piace pensarla…

Leggi il seguito di questo post »

Ciao Karol (21.37 2 aprile 2005) … grazie di tutto

karol_wojtyla.jpg

Sono tempi strani, stranissimi…

meditation-man.gif

Leggi il seguito di questo post »

dorothseconda13.jpg Tremavo, avevo la febbre…il mio pigiamino fucsia con strisce, sottili, bianche, ero triste, le emicranie che la temperatura eccessiva mi causava facevano sgorgare, dai miei occhi stanchi, a intervalli regolari, lacrime. Mia nonna mi teneva la mano e mi rinfrescava la fronte con un panno bianco, di lino, bagnato con acqua fredda; cibandosi di brodo caldo e polpettine di tritata, bollite, un mezzo bicchiere di vino per disinfettare la gola… Leggi il seguito di questo post »

piano.jpgPianoforte, prenderò il pianoforte lo porterò sul ponte di coperta e suonerò; certo non sarà un concerto da evidenziare ma almeno mi salverò dalla malinconia…; lo so sta per arrivare, penso un po’ a te, che ora sei distante, a terra… playground love degli Air, mista a qualcosa di Amnesiac comincia a bussare alla mia testa, prima che intervenga paranoia, prima che nostalgia mi colmi il cuore e mi renda inevitabile il voler tornare a casa. Perché son voluto partire? ah già, il Papa non diceva mai Leggi il seguito di questo post »

agosto: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

a



Top Posts

Dove non specificato diversamente, i contenuti presenti in questo sito (testi, canzoni, immagini, brani musicali, video) sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.
web stats