You are currently browsing the category archive for the ‘Libri’ category.

85zbupvTrattengo e vado forte tra la serratura ed il portone, dove si ferma il transito dei pensieri mezzi fuori e mezzi dentro … quando l’unica vera pecca è priva di dignità. Leggi il seguito di questo post »

candela

[…] “ oggi osservo, guardo …

vedo chi combatte …

oggi ascolto e traggo ispirazione da parole scritte e lette, pure belle anche se lette male … come sostiene chi legge, che invece di leggerle è ben capace!

Convenienza e tornaconto sono l’unica ragione di chi lotta per successo, ma è più bello lottare quando tutto è vano …

… eccoli là, tutti insieme, i miei nemici : complotti, compromessi e sotterfugi …

da loro io avrò disfatta, ma non importa!

Io combatto, combatto, combatto, perché non v’è gloria nel successo di chi lotta in questo modo … il valore sta nel come mi batto!

Leggi il seguito di questo post »

fa-una-lacrimaSorridi, ma non è una candid camera, eccitati, ma non è alcuna pellicola erotica o mano che scivola… è una mano che accarezza ma non accarezza pelle. Finalmente scoprirai che non sei solo, ma non è una canzone di Tiziano Ferro… già. Non confonderti, non adesso… sbircia quella libreria e dimmi

Leggi il seguito di questo post »

marchio-pace Leggi il seguito di questo post »

 

cortomaltese1.jpg Leggi il seguito di questo post »

torreneraspeciale.jpg

 

… l’attesa è finita!

Leggi il seguito di questo post »

Shakyamuni …. Chi era costui? religiosa.jpg

È passato tanto tempo da allora ( V sec. a.C.) … tanto tempo da un contesto storico-culturale che posso conoscere soltanto attraverso i libri … e mi domando se le poche righe che seguono siano frutto di un’ipotesi immaginaria priva di fondamento (anche se originata da informazione ricevuta ), oppure se davvero possano rappresentare una spiegazione efficace e condivisibile dell’accaduto…, se così vogliam dirlo . Leggi il seguito di questo post »

900.png

[…] Sembrava che non finisse più. Uno che su una nave suona la tromba, non è che quando arriva la burrasca possa fare un granché. Può giusto evitare di suonare la tromba, tanto per non complicare le cose.

warning!!! S P O I L E R Leggi il seguito di questo post »

copj13asp.jpgQuando, immancabilmente, finisco per leggere libri come questo, mi domando se sia il caso, poi, di scriverne … Sapete!? … ho la vaga sensazione di risultare patetico … e sono certo di cavarne qualche elucubrazione contorta e scomoda …

… scomoda?
…per chi?

(…e te pareva!! … ho già iniziato)

… ma insomma! … come si dice : bando alle ciance … ed alle recensioni …
Quello che segue è solo uno spunto di riflessione che può, in qualche modo, essere riferito a quanto sta scritto nel libro …
In ogni caso : ATTENZIONE!!! Potrebbe essere uno S P O I L E R

Leggi il seguito di questo post »

Ciao Karol (21.37 2 aprile 2005) … grazie di tutto

karol_wojtyla.jpg

È davvero sbalorditivo! … quanto sia semplice modificare il proprio destino … anche soltanto pronunciando una frase anziché un’altra, senza necessariamente voler dire qualcosa di diverso …

Trovarsi in caduta libera per aver esercitato troppa forza sul moschettone, con il sincero intento di serrarlo saldamente, provocandone invece la rottura … innescando una serie di strattoni alla corda impossibili da sopportare per gli ancoraggi di sicurezza.
( Concedetemi questa immagine … è sempre stato un mio sogno quello di scalare una parete di roccia … e non è detto che prima o poi non ci riesca! 😉 )

.. e così un giorno … in una sera che passi da solo, a girovagare per le vie deserte di un paese in festa, (…deserte perché la folla si accalca nella piazza principale, intenta ad osservare le evoluzioni della compagnia di spettacolo… . E’ sempre un esperienza interessante, quella di ascoltare il silenzio delle vie abbandonate, mentre in lontananza si ode la colonna sonora di una sagra di paese…) compi uno di quei gesti che segneranno il tuo destino .
In seguito ti domanderai come sarebbero potute andare le cose se non lo avessi fatto … e non potrai che risponderti : “…in un altro modo! Di certo, in un altro modo!!”
Se questo “altro modo” sia totalmente diverso, oppure solo un’ulteriore versione di quanto realmente accaduto, non ci è dato di sapere … . Indubbiamente il gesto, in quel frangente, pareva la cosa giusta da fare, ma non inevitabile . Capita di avere una convinzione e di non poterle dare seguito per svariate ragioni, quindi perché non farlo di propria iniziativa ! Secondo alcuni teorici delle scienze comportamentali, il rimanere “fedeli a se stessi” è una delle istruzioni fondamentali per rendersi infelici … e sospetto che abbiano ragione! Beh … in effetti non è andata proprio come volevo che andasse … decisamente no! Prendo spunto da una collega blogger e scrivo anch’ io una morale (spero non me ne voglia) : “un cane fedele (a se stesso?) riporta sempre il bastone lanciato dal padrone … talvolta il padrone lo usa per picchiarlo …”

… e sarà rimanendo seduto ad aspettare che il mal di testa ti passi, che riceverai la mazzata più tosta !

Dopo ore di lavoro statico ed inconcludente, sbrigato con la sensazione di non fare nessun progresso e con quell’ossessione di dover, in ogni caso, dimostrare che si sta facendo qualcosa…: è un’ esperienza che conosco e che avevo già sperimentato in passato, agli albori della mia carriera lavorativa, ma alla quale non sono più avvezzo ormai da anni! Ed ora ritorna, per breve tempo… è vero, ma pur sempre fastidiosa … provocandomi quell’ irritante cefalea che oggi mi affligge. Voglio peccare di presunzione e definire la condizione lavorativa ideale : “possibilità di gestire il proprio tempo e le proprie incombenze, per poter decidere di passare una giornata in ozio oppure in affanno, senza la preoccupazione che quell’atteggiamento sia fonte di sdegno o malevolenza, perché sarà sufficiente un minimo di senso del dovere per rispettare gli impegni presi” … in questa condizione, ogni piccolo risultato sarà motivo di soddisfazione ed incentivo per migliorare. Il lavoro che faccio (quello principale, in questo momento…) si svolge in quelle condizioni e ne sono felice. Ieri ho dato inizio ad una nuova esperienza … una sorta di “secondo lavoro” … tra mille moniti, giunti da amici, parenti e conoscenti sull’ eccesso di stress che il nuovo impegno potrebbe generare. Ora posso ammetterlo … volevo creare le condizioni per arrivare a casa, la sera, distrutto … esaurito…, per posare la testa sul cuscino e non avere più la possibilità di dare libero sfogo ai miei pensieri … per cadere, senza via di scampo, tra le braccia di Morfeo. Poi arrivano gli imprevisti e le situazioni contingenti … e trovarsi con questo tipo di limitazioni non è più la geniale soluzione che appariva…geometra_papilionaria_mod.jpg

Ipersoluzioni ….*

* (cit. da Di bene in peggio di Paul Watzlawick)

 

 

 

Tratto da Di bene in peggio di Paul Watzlawitck

Warning S P O I L E R !!!!!!!

Leggi il seguito di questo post »

In giornate come questa, nel primo istante di pausa, ti soffermi a riflettere … Leggi il seguito di questo post »

boliv02kc23.gif

Distinguere gli oggetti attraverso il vetro sporco era già un impresa … e nella penombra del viottolo risultava praticamente impossibile. Non chiedetemi perché abbia deciso di fermarmi a guardare quella vetrina, né tanto meno perché abbia scelto di passare per quella strada. Non saprei rispondere.

Leggi il seguito di questo post »

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

a



Top Posts

Dove non specificato diversamente, i contenuti presenti in questo sito (testi, canzoni, immagini, brani musicali, video) sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.
web stats